mercoledì 15 luglio 2009

Siesta o noia?


Da quando è iniziata l'estate vago come uno zombie, giro intorno e non concludo nulla. Sono nervosa, irritabile, irascibile, indifferente, totalmente priva di ogni sia pur vago spirito d'iniziativa. Le idee giacciono orizzontali rintanate nella parte più centrale del cervello agognando un po' d'ombra - se appoggio una mano sulla testa sento uno strano calore che sale - le energie mi hanno abbandonato e così non posso supplire con l'azione all'assenza totale di attività cerebrale. Provo a leggere, e anche qui divento esigente e intollerante - ne ha fatto le spese anche Grossman ;) - cerco di spremere le mie aride meningi per scrivere qualcosa di vagamente interessante e ne esce questo sfogo da vecchia zitella acida.
Sarà che a questa siesta prolungata è subentrata la noia....
Qualcuno mi diceva che solo quando ci si riesce ad annoiare ci si riposa veramente: probabilmente ora avrei bisogno di un caffè triplo per svegliarmi!



21 commenti:

  1. Non credo tu sia "zitella acida",se ti consola io non sono zitella e sto provendo le medesime sensazioni...non amo il caldo afoso mi intorpidisce il cervello e le idee,anche se so che qulcuno mi maledirà,ma sperò che passi presto questa estate.
    Un grande abbraccio

    p.s. pare che sia un proverbio la citazione che hai lasciato da me;-) e in ogni caso non ce ne frega nulla di chi la scritta con questo caldo:-)))

    RispondiElimina
  2. Sono nella tua stessa situazione, la siesta è la stessa per tutti...
    oggi però qualcosa di nuovo: ho passato la giornata a snidare maledetti parassiti dai miei amati gerani... una botta di vita :)))
    Un bacione tesoro e buona notte

    RispondiElimina
  3. Hai provato ad aprire tutti i cassetti dei tuoi mobili? a volte trovi oggetti, che danno delle ispirazioni uniche. ;)

    RispondiElimina
  4. Mi sa che siamo più o meno nella stessa barca, Efesto, con la differenza che io, a volte, riesco ad essere "oltre lo yoghurt".
    Vorrei allontanarmi per qualche giorno, tantopiù che mio figlio tornerà il 28.
    Ho alcuni inviti, ma poca voglia di riempire un'altra valigia.
    Così rimarrò al mare come un pollo allo spiedo, e se mi sentirete lamentarmi che mi si è seccata la pelle siete autorizzarti a "sputarmi in un ecchio".
    :-)
    Sursum corda, amica mia.
    Tanto domani sono sicura che prendi un aereo e scappi via. :-)))

    ps. Un saluto al Muso.

    RispondiElimina
  5. ma il caffè triplo renderebbe vano il sacrifico fatto per riposarti davvero, pensaci, ciao

    RispondiElimina
  6. Non ci si può ribellare al riposo, anche se riposare stanca.

    RispondiElimina
  7. aggiungici pure il ciclo ed il quadro è compiuto!

    RispondiElimina
  8. grazie della fiducia sulla ... scrittura Vulcano bella. Pensa che mio padre ha cominciato a chiamarmi vecchia zitella acida a 18 anni. Però diceva che scherzava
    ;)

    Capa, hai pure i gerani!!!!!!
    Pensa che io in terrazzo ho solo piante di edera. Confido nella loro testardaggine :))))

    RispondiElimina
  9. In realtà no, non ci ho provato. Però il tuo consiglio mi lascia un po' perplessa, ci rifletterò su, quando ne avrò la forza.
    Ciao caro tutor ;)

    Enne, tesoro, stavolta devo aspettare un bel po' prima di poterci salire su quell'aereo.... intanto lavoro e agonizzo ;))
    PS: il Muso nonostante il caldo torrido non si separa dalla sua coperta in pail. Secondo me è un alieno!!!!

    RispondiElimina
  10. Imp caro, magari allieverebbe le mie sofferenze ;)

    Mario, che bello leggerti di nuovo, mi sei mancato!
    Veramente non è che mi stia riposando perchè sto lavorando più di prima, è che quando finisco mi cade addosso una cappa di apatia che mi soffoca.
    Il prossimo anno per l'estate chiedo un trasferimento temporaneo in Antartide.

    Ma si, Cuncetta, continuiamo così, facciamoci del male ;)))))

    RispondiElimina
  11. Se prendi l'aereo vieni in Olanda, qui dal caldo di certo non si muore...magari!!
    un bacio

    RispondiElimina
  12. E allora buon riposo! :)
    Cara mia irascibile E. capitano questi periodi di inattività, forse devono capitare, sì. Ci si riposa per ripartire con ancore più verve. Sarà così...
    Io bene, a parte periodi più o meno complicati, sono ancora qui, eheh!

    Dai! Prepariamoci alle vacanze (io ancora non le ho fatte...)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  13. Si pensaci, infine credo che tu stia cercando qualcosa di diverso, fai viaggiare la fantasia. Notte. :)

    RispondiElimina
  14. medita partenze17 luglio 2009 12:14

    non ti dico"accendi il ventilatore" perché sono una personcina a modo :-))

    RispondiElimina
  15. La noia , il poltrire é siesta quando facendolo non ci si sente irrequieti.Altrimenti se si prova noia vuol dire che si vuole qualcosa di diverso e più attivo. Cerca dentro di te cosa é e poi agisci :-)))

    RispondiElimina
  16. Nono, nonostante il pessimismo iniziale, ho scoperto di avere un pollice se non verde...verdino!
    Ho pure enormi piantagioni di basilico :))) Cosa me ne farò non è dato saperlo...
    Ci vuole pazienza e costanza. Come coi bambini e con gli animali. Con tutti gli altri è però più complicato...preché ti fanno anche incazzare :)))
    Baci e buona notte tesoro

    RispondiElimina
  17. Quando mi annoio guardo dalla finestra. Ogni persona è una storia che mi diverto ad inventare.. Quoto Gians, la fantasia è un ottimo rimedio..
    Buon weekend
    Ciao Efesto
    :-)
    Julia

    RispondiElimina
  18. qua, mia cara, la situazione è davvero tragica, occorre far qualcosa, magari rifugiarsi su un bel ghiacciaio. condivido le tue sensazioni, spero arrivi presto natale che mi mette di buon umore!!!!!!!!!!!!!

    buona domenica e godiamoci quest'aria un po' più fresca che è solo una tregua...
    bacioni.

    RispondiElimina
  19. Allora sono un'aliena anch'io, ergo mia sorella ha ragione.
    La brezza notturna per me è "freddo", e non vado a letto senza una tazza di latte bollente anche il 15 agosto.
    Altro che Muso...
    :-)

    RispondiElimina
  20. Anche il mio spirito d'iniziativa in questo periodo è pressocchè inesistente. Per quanto mi riguarda la causa è evidente e particolare.
    Mi impongo però di fare lavori manuali che in passato non facevo, soprattutto le pulizie in casa.
    Ciao a presto.

    P.S.: comunque non sei affatto una zitella acida!

    RispondiElimina