domenica 13 giugno 2010

Crisi d'identità


Ultimamente sembra che la mia vena di scrittrice si stia esaurendo. Questo blog non ha più una sua identità. Non è una pagina personale, chè di me non ho voglia di parlare, nè un luogo di riflessione sulla politica e la società, chè la nausea che provo per quello che sta accadendo al mio paese mi blocca le parole, probabilmente un'autocensura, come se già non ne avessimo abbastanza.
Resto così, sospesa a pensare, in attesa di un'illuminazione che mi riporti tra voi.
Intanto continuerò a seguirvi, assicurando che è solo una pausa di riflessione, non un abbandono definitivo.

14 commenti:

  1. scrivi di quel che senti, esattamente come hai fatto
    noi condividiamo i nostri stati d'animo, e non è mancanza di pudore, è comunicare con chi, per sensibilità e affinità, ci può capire e magari strapparci un sorriso...
    scrivi che ti passa :)

    RispondiElimina
  2. Non sai quante volte mi sento altrettanto anoressico. Eppure quanto hai scritto è quanto più di personale si possa fare, quindi non è corretto dire che non hai voglia di parlare di te. ;)

    RispondiElimina
  3. a me basta sentirti passeggiare tra i blog lasciando una scia di ironico profumo.
    nella pausa tra un dire e un altro.

    RispondiElimina
  4. Grazie Reb, terrò in considerazione il consiglio ;)

    RispondiElimina
  5. Gians, hai presente quando ti convinci di non avere niente di particolarmente interessante da dire?
    Ecco, più o meno così.....
    Apro il blog, sezione nuovo post, ed ecco che scatta la sindrome del foglio bianco.
    Ma tanto prima o poi passa, vero?

    RispondiElimina
  6. Metro, sei un vero tesoro!!!!!

    RispondiElimina
  7. Hai la sindrome del compito in classe, scrivere quando si ha qualcosa da dire è senz'altro meglio, non ti immagini quante bufale scrivo pur di apparire vivo. ;)

    RispondiElimina
  8. Colpita e affondata Gians.
    E' come se qui dovessi sempre dimostrare di essere intelligente ;)

    RispondiElimina
  9. prova abbassando la temperatura della casa ;)

    RispondiElimina
  10. Devi scrivere quello che é il tuo sentire. Devi attendere se ti senti svuotata ma non cedere anche quando ti senti stanca e disillusa

    Un bacio
    Daniele

    RispondiElimina
  11. Arci, intanto ho acceso il ventilatore ;)

    RispondiElimina
  12. Ok Daniele, per il momento attendo, ma non mollo.
    Grazie del supporto :)

    RispondiElimina
  13. Succede, amica mia. Succede. :-|

    RispondiElimina
  14. Problema comune mia cara, prima o poi tornerà la voglia, l'energia e il motivo per scrivere qualcosa, CREDIAMOCI!?!? ;-)

    RispondiElimina